Marina Porto Antico Genova, stile ed innovazione nel diporto

la-marina-marina-del-porto-antico-genova

PROFILO

Nell'incontro fra tradizione del mare e scoperta della vocazione turistica della città di Genova, non poteva mancare una struttura dedicata alla nautica capace di fondere l'innovazione tecnologica con lo stile del miglior diporto, in grado di soddisfare l'esigenze di chi cerca un posto barca a Genova dalle caratteristiche uniche.

Marina Porto Antico ha avvertito in anticipo tale esigenza e già nel corso del 2000 ha completato il proprio intervento, iniziato nei primi anni '90 e collocato nel cuore della "Ripa Maris", fra l'Acquario e la Vecchia Darsena, inserendosi con coraggio con propri capitali privati nei pubblici investimenti che hanno così splendidamente trasformato il Porto Storico.

Edifici a terra
Parcheggi interrati
Mq di piazzali ed aree del Porto Antico

Il complesso si compone di tre edifici a terra, perfettamente integrati nel tessuto cittadino retrostante, di due parcheggi interrati, di cui uno aperto al pubblico e di un prestigioso porticciolo che si protende verso il centro del porto storico di Genova, nonchè di più di 10.000 metri quadrati di piazzali che completano ed ampliano la passeggiata per i cittadini e i turisti che si muovono dall'Acquario e dalle aree del Porto Antico verso il Museo del Mare e il terminal crociere.

Nella realizzazione dell'intervento è stata adottata la miglior cura per il rispetto della tradizione storica della portualità genovese: è stato, infatti, effettuata una ripresa della passeggiata di marmo che divide la via Gramsci dall'ambito portuale; è stato riscoperta, ed è oggi protetta all'interno delle vetrate dell'edificio "Morosini Nord", un ampio spaccato della base della torre medievale della darsena, da tempo sepolta sotto le macerie ed i detriti della pressante industrializzazione genovese dell'ottocento e del novecento; ed è stata riportata al primitivo splendore la magnifica ringhiera ottocentesca in ghisa che oggi è di coronamento alla viabilità cittadina.

Con il recupero dell'ultimo edificio adiacente al bacino di carenaggio della Rimorchiatori Riuniti, Marina Porto Antico ha collaborato con le Sopraintendenze cittadine per la mappatura ed il rilievo dei reperti emersi in occasioni degli scavi, riportando alla luce le fondamenta di magazzini ed edifici connessi con l'antica attività portuale di Genova.

CERTIFICAZIONI ED ECOSOSTENIBILITÀ

A partire dal 2000, Marina Porto Antico S.p.A. ha promosso la compatibilità ambientale delle proprie strutture e si è impegnata per ottenere la prestigiosa certificazione ISO 14001:1996, potendo oggi vantare di essere stata il primo porticciolo turistico italiano ad aver ottenuto dal RINA tale riconoscimento e (nonché) il primo ad aver effettuato il passaggio alla nuova norma ambientale ISO 14001: 2004.

Il caso di Marina Porto Antico è stato preso ad esempio nel corso di un open group organizzato dalla Regione Liguria rientrante nel “Progetto Pharos”: si tratta di un percorso attraverso cui la Regione, in sintonia con un più generale programma europeo, promuove ed incentiva lo sviluppo della eco-compatibilità delle strutture ricettive, in particolare campi da golf e porticcioli turistici.

Anche le nostre strutture sono state realizzate da imprese certificate secondo le norme ISO 9001 per la qualità: per la costruzione dei pontili, esposti agli agenti marini è stato eseguito uno speciale ciclo protettivo che offre garanzie di sicurezza e durata nel tempo. I moli poggiano su pali incamiciati in acciaio garantendo il passaggio della corrente ed eliminando completamente il fenomeno risacca.

La Società completa il Suo impegno nei confronti del diportista tramite l’iscrizione a due importanti strutture quali ASSOMARINAS e ASSONAUTICA che, ponendosi nel solco di Confindustria, promuovono il turismo nautico e le aziende che ne fanno parte sia in Italia che all'estero.

Scarica il PDF della Politica Ambientale

SPONSORIZZAZIONI

Da sempre Marina Porto Antico ha accolto le istanze di coloro che, con impegno e passione, hanno cercato di valorizzare la vita dell'uomo, migliorarne la cultura, rievocarne la memoria storica. Proprio in questo solco la Società negli anni più recenti ha voluto promuovere e sponsorizzare con contributi ed incoraggiamenti associazioni quali il "Dragun" di Camogli, che promuove lo spirito marinaro del borgo ligure e le sue radici in Italia e nel mondo; oppure ha sostenuto il Comune di Camogli ed i Musei di Genova per l'organizzazione di eventi come la festa della "Stella Maris" o l'inaugurazione della mostra sulle tavole lignee al Museo di Sant'Agostino.

E ancora ha collaborato con l'Acquario di Genova per migliorare la ricettività turistica della Città agevolando la fruizione di alcuni musei cittadini, ha sostenuto un team di piloti per le gare di powerboat ed ha in itinere il sostegno ad una associazione di sostegno ai disabili per incentivarli a godere il mare. Fiore all'occhiello di tutta l'attività di mecenate della Marina Porto Antico è rappresentato dall'impegno per il recupero di una delle più antiche chiese del golfo del Tigullio, affacciata su quel lembo di terra che da Portofino punta alla Corsica: la Chiesa ed il Complesso di San Nicolò di Capodimonte.

Un Monumento di impronta romanica, semplice e genuino, giunto a noi senza subire troppo le ingiurie del tempo e che oggi sembra tuttavia minacciato dai suoi stessi elementi: la Terra che lo spinge dall'alto ed il Mare che lo richiama dal basso. Gli studi e gli interventi necessari per comprendere a fondo la situazione ed il modo di porvi rimedio, fortemente voluti dai Volontari del Gruppo S. Nicolò, hanno trovato l'attenzione di tutte le Autorità ed il sostegno di molti.
Marina Porto Antico S.p.A. ha voluto fare la sua parte, fornendo il contributo che consente al meccanismo di mettersi in moto.

Ed è un poco orgogliosa, operando essa stessa in un certo senso fra la terra ed il mare, di averlo fato semplicemente per l'affetto ed il rispetto cui quei Luoghi e quel Mare hanno diritto e che contraccambiano anche ricevendo in bellezza turisti e diportisti. Nel corso del 2011, Marina Porto Antico, si è nuovamente resa sostenitrice del progetto e, assieme ad altri Enti, sta finanziando la messa in sicurezza e la ristrutturazione del complesso monumentale ed è lieta di annunciare che dall'autunno 2011 la Chiesa e le sue opere sono nuovamente aperte ai visitatori.